Master come breccia per il mondo del lavoro

Dopo il percorso accademico non sempre sappiamo come muoverci per entrare nel mondo del lavoro. O ancor meglio, quale processo è giusto per il raggiungimento del nostro obiettivo: essere assunti. Innanzitutto, bisogna capire cosa si vuole, c’è una notevole differenza tra trovare un lavoro e trovare il lavoro migliore per te, e questo richiede una strategia ben definita. Come fare quindi per renderci appetibili davanti ai recruiter?
Lettura in: 3 minuti

Ti sei appena laureato o sei vicino al fatidico giorno in cui tutti i tuoi sacrifici si trasformano in quella tanto guadagnata corona di alloro?

È il momento di accorciarsi le maniche e incominciare a cercare lavoro. Dovrebbe essere una strada in discesa dopo tutte le difficoltà affrontate nel dover studiare per gli esami, magari lavoricchiare per potersi levare qualche soddisfazione. In realtà è adesso che incomincia la scalata verso il mondo del lavoro.

La ricerca del lavoro può essere a questo punto un percorso scoraggiante e frustrante. Passare dal totale approccio teorico a quello pratico del mondo del lavoro, rispettando quelle che sono le proprie ambizioni, non è facile come a molti può sembrare.

Purtroppo, il sistema universitario italiano ha una impostazione teorica che non prevede un vero e proprio orientamento professionale indirizzato all’inserimento nel mondo del lavoro. In altre parole, ti aiuta a sviluppare tutte quelle competenze teoriche per essere un futuro professionista tralasciando completamente l’approccio pragmatico legato al mercato del lavoro.

Da qui derivano le difficoltà nel riuscire, non solo a trovare un lavoro in linea con le tue ambizioni e competenze, ma anche e soprattutto a rendere il tuo profilo appetibile per le aziende, i manager ed i recruiter.

Immagina di trovarti davanti ad un grande muro e non aver a disposizione quegli strumenti per poterlo scalare. Quel muro rappresenta il confine tra te, laureato e affamato di lavoro e carriera, e il mercato del lavoro.

In che modo possiamo scalare questo altissimo muro?

 

Innanzitutto, bisogna capire cosa si vuole, c’è una notevole differenza tra trovare un lavoro e trovare il lavoro migliore per te, e questo richiede una strategia ben definita. Identificare il modo in cui le tue ambizioni, obiettivi e bisogni personali si allineano con una particolare opportunità di lavoro non è un compito facile. Ma delineare questi fattori è essenziale quando si cerca un lavoro adatto a te.

Una volta delineati questi fattori bisogna capire se si hanno le caratteristiche e competenze richieste per quel ruolo e se si sta agendo bene nella ricerca dello stesso. Si pensa che il lavoro si trova tramite Social Network, inviando CV, inserendo i propri dati e cover lettere in banche date; in realtà solo la percentuale più bassa dei lavori si trova in questa maniera. Nella stragrande maggioranza dei casi, il lavoro si trova per vie informali, attraverso il passaparola, o meglio attraverso il Networking, la rete di contatti che si è riusciti a creare durante il proprio percorso e attraverso l’utilizzo di Social Network professionali (Community varie, LinkedIn, Twitter..).

Infatti, generalmente i manager d’azienda cercano possibili talenti e candidati attraverso le conoscenze a stretto giro per una questione di velocità del processo e di fiducia nelle persone che si hanno nella rete sociale. I lavori che vediamo pubblicizzati rappresentano meno della meta dei reali posti vacanti nelle aziende italiane!

Chiaramente questo non vuol dire che non dobbiamo avere un CV e una Cover Letter che ci raccontino nel migliore dei modi e che siano d’impatto per un recruiter, modulandoli in funzione delle caratteristiche che vuoi far emergere in relazione al ruolo. Così come non dobbiamo farci trovare impreparati nella gestione dei Colloqui lavorativi.

Riassumendo, tra le cose da tenere a mente nella ricerca di lavoro, bisogna concentrarsi sui seguenti punti:

  • Sviluppare delle competenze appetibili al mondo del lavoro e indispensabili per il ruolo scelto.
  • Creare una rete di conoscenze funzionale, un networking che faciliti il processo di ricerca.
  • Lavorare sul personal branding.
  • Preparare un CV e Cover Letter specifici ed efficaci per i ruoli scelti.
  • Arrivare preparati ai Colloqui di Lavoro.

 

Oggigiorno lo strumento per eccellenza che ti permette di avere tutti questi punti a portata di mano è rappresentato dalla scelta di intraprendere un Master. Il Master è quello strumento unico che ti permette di fare breccia in quell’altissimo muro che è il mondo del lavoro evitandoti sforzi inutili nella scalata.

AcademyQue è la prima Business & Technology School in grado di accelerare e migliorare le performance e le competenze attraverso percorsi di crescita di eccellenza in una cultura digitale. Con i Master Academyque hai la possibilità di ampliare le tue competenze, conoscere i docenti (Manager di prestigiose aziende) creare un Networking funzionale all’ingresso nel mondo del lavoro, accedere al Placement assicurato e avere un Career Coach dedicato allo sviluppo di un Personal Branding efficace per la professione che si vuole fare

 

“La mente non è una nave da caricare ma un fuoco da accendere”

Plutarco

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai