La strana relazione tra l’esperienza e gli errori

Cosa significa sbagliare e perché temiamo così tanto l'errore? Una riflessione per avere successo nella vita sfruttando i nostri fallimenti
Lettura in: 3 minuti

La prima buona notizia è che non sei solo o sola.

A nessuno piace commettere errori, infatti, la maggior parte di noi trascorre una parte significativa della propria vita cercando di prevenire proprio questa cosa, fare errori. Facciamo di tutto per evitare persino di ammettere di sbagliare.

Sembra banale, ma la seconda buona notizia è che ogni esperienza, anche il fallimento, fa bene ai tuoi affari e alla tua vita. Sebbene commettere un errore sia frustrante, ognuno di essi offre l’opportunità di crescere e imparare, infatti, tutto quello che facciamo concorre a creare la nostra esperienza, compresi gli errori. Ma come si fa a imparare dagli errori?

Odiamo gli errori

Gli errori spesso sembrano pericolosi, e possono esserlo, e in passato lo erano per la vita stessa. Ma nel mondo moderno, gli errori fanno sentire le persone vulnerabili, esposte e, a volte, ignoranti o stupide.

Potremmo pensare che saremo giudicati per il nostro errore, e alcune persone potrebbero farlo. Per molti, gli errori possono far sembrare la vita caotica o fuori posto.

Perchè gli errori sono inevitabili?

Il cambiamento è costante e tutto è sempre in movimento. Siamo in continua evoluzione e con così tante informazioni, tutti sono destinati a commettere un errore. Alcuni considerano gli errori come una deviazione nella vita, ma in realtà, è solo un tentativo di assecondare un’irraggiungibile perfezionismo.

Come adulti detestiamo così tanto il fallimento che facciamo sforzi enormi per evitarlo a tutti i costi. Questo perchè preferiamo “giocare sul sicuro” e questo implica “progredire poco” o regredire.

E se non possiamo evitare l’errore, tendiamo a incolpare il fallimento a fattori esterni a noi, specialmente quando ci rendiamo conto per la prima volta di aver torto.

Perché il fallimento è buono

Il fallimento predice il successo.

Un interessante studio del sociologo Charles Bosk riportato nell’ultima edizione di “Forgive and Remember”, ha intervistato giovani medici per determinare la differenza tra quelli che hanno avuto successo e quelli che sono stati licenziati o si sono dimessi.

Lo studio ha evidenziato che la differenza tra i due gruppi non era basata sull’intelligenza o sui fattori tecnici, ma sul loro atteggiamento nei confronti del fallimento che ha previsto il loro successo. Riconoscendo i propri errori, i medici li hanno utilizzati per individuare le proprie debolezze e migliorare. Anche il fallimento è un’esperienza.

In che modo ci aiutano gli errori?

Gli errori possono essere scomodi e talvolta dolorosi. Sebbene sia ovviamente meglio puntare al successo, nonostante i nostri migliori sforzi, a volte sbagliamo. Facendo uno sforzo per imparare dalla situazione, aumentiamo le possibilità di crescita. Riformulare la realtà per rendere gli errori più facili da gestire comprendendo che gli errori accadono e avendo una mente sperimentale e aperta.

“Meglio la fine di un errore che un errore senza fine”.

Alcune persone si sentono intimidite in situazioni in cui sentono di aver bisogno di esperienza o di competenze e non ce l’hanno.

Quando si tratta di prendere decisioni, alcuni di noi danno più valore all’esperienza, mentre altri sembrano preferire le competenze. Non è quindi un tema di “fiducia in se o negli altri” è un tema di “approccio che preferiamo”. In questo articolo abbiamo già affrontato questo tema: La differenza tra esperienza e competenze (Experience % Expertise).

Essere consapevoli di ciò che può accadere “dopo un errore”:

– aiuta a prendere decisioni migliori e ad accelerare il processo decisionale
– aiuta a superare lo stallo del “Non l’ho mai fatto prima“, come motivo per cui non puoi fare qualcosa

Gli errori possono:

• rivelarti una sfumatura che ti è sfuggita
• approfondire la nostra conoscenza
• creare consapevolezza delle lacune nelle competenze
insegnare agli altri
• ricordarci di essere umili
• rivelarci una nuova intuizione
• invitarci a fare scelte migliori
• indicarci una nuova direzione creativa
• ricordarci la nostra umanità
• delineare la linea di fondo

Anche se a pochi di noi piace il fallimento, il modo in cui reagiamo può determinare quanto in alto possiamo arrivare.

Blackberry era all’altezza del suo gioco e ha giocato sul sicuro fino a quando non è stato troppo tardi. Gli errori sono frustranti e l’obiettivo è sempre quello di avere successo, ma il realismo è importante e nessuna azienda riesce il 100% delle volte.

Ricordati di dedicare del tempo a utilizzare l’esperienza per identificare eventuali punti deboli e imparare dall’errore.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai

Richiedi la guida completa 2020/21

Guida di sopravvivenza ai Master

Tutto quello che devi sapere per fare la scelta giusta

SPECIALE: Confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento

Scarica la guida

AcademyQue è accreditata da Fondoprofessioni.

Gli Studi professionali/Aziende iscritti a Fondoprofessioni possono richiedere i voucher per la formazione del proprio personale.

I corsi che sono finanziabili con questo voucher, sono segnalati con l’icona    .

Entra subito in contatto con un Career Coach

AcademyQue

Richiedi la brochure