Come scegliere il lavoro che fa per te

Scegliere il lavoro che si è portati a fare non è facile, bisogna definire un obiettivo concreto e tangibile. Ecco come scegliere il lavoro che fa per te.
Lettura in: 4 minuti

La professione dei sogni spesso sembra un miraggio lontano per chi ha appena concluso un percorso di laurea e si presta a compiere i primi step nel mondo del lavoro. A volte ci si trova ad avere le idee confuse e per questo i Curriculum vitae e le lettere motivazionali inviati, spesso non riescono ad esprimere a pieno le proprie competenze e, soprattutto, le proprie motivazioni.

Per capire ciò che realmente si vuole e quello che si è portati a fare, bisogna riflettere su alcuni punti davvero importanti per avere piena consapevolezza di noi e riuscire a definire un obiettivo concreto e pienamente tangibile.

Fortunatamente, c’è sempre chi può darci qualche dritta a riguardo e, soprattutto, qualcuno che per mestiere può aiutarci ed orientarci nella scelta del lavoro che fa per noi. Scopriamo insieme come scegliere il lavoro adatto a noi.

I passi da compiere

Se la ricerca del mestiere perfetto provoca ancora delle perplessità insormontabili, ecco alcuni passi da compiere per aiutarti ad intraprendere la strada giusta da seguire, e delineare al meglio il tuo percorso formativo e professionale.

1# Rifletti su ciò che ti piace fare e fai una lista dei tuoi hobby

Le motivazioni e l’interesse per uno specifico argomento o per una determinata azienda è uno dei fattori determinanti per entrare a far parte di un team di lavoro. Per questo motivo, il primo consiglio utile è proprio quello di pensare bene a ciò che ci piace fare, partendo proprio dai propri hobby. Questo passo sarà utile a iniziare a delineare che tipo di figura professionale si vuole diventare, e in che tipo di settore operare. Segui la moda? Cucini spesso? Ti informi spesso sulle tematiche ambientali oppure sei appassionato di tecnologia? Sono tutte cose da tenere in conto per eliminare definitivamente dal vocabolario di uso comune il termine “qualsiasi” il prima possibile.

2# Pensa alle tue abilità pratiche e interpersonali

Una volta chiariti i tuoi interessi, il secondo passo è quello di riflettere sulle proprie skills. Partendo dalle competenze pratiche fino ad interrogarsi su quali siano quelle denominate “soft”, nonché le nostre competenze trasversali. Non bisogna mai sottovalutare queste ultime: auto valutarsi su qualità estremamente individuali e personali non è affatto semplice, ma è un tema tanto delicato quanto importante. Questo esercizio infatti, è un passo in più verso la consapevolezza di noi stessi e ci permetterà di stringere ancora di più il cerchio dei lavori pertinenti con la propria personalità. Hai ottime doti comunicative? Le tue esperienze di vita ti hanno portato ad avere una grande abilità nel risolvere ogni tipo di problema? Ami lavorare in gruppo? Queste sono solo alcune delle domande che ci si deve porre riguardo alle nostre soft skills. Queste qualità sono molto richieste dalle aziende di ogni settore, una volta riconosciute dobbiamo informarci in quali ruoli e mansioni potrebbero essere più utili e spendibili.

3# Pensa a ciò che proprio NON vorresti fare

È ora di creare una lista di ciò che non saresti mai disposto a fare nel futuro a lungo termine. Questo esercizio è utile non solo a capire quali sono le professioni che non fanno al caso tuo, ma sarà anche necessario a riflettere su quegli interessi e professioni per cui invece potresti scendere a compromessi. Insomma, una sorta di “piano B”, che potrebbe sempre fungere da step intermedio tra l’inizio di un percorso e la professione desiderata. D’altronde tutte le esperienze, negative e positive che siano, servono in qualche modo a formarci e designare nel tempo ciò che si è o si vuole diventare.

4# Informati e butta giù una lista di professioni compatibili

“Se chiudi gli come ti vedi nel futuro tra dieci anni?” Questa domanda mi venne posta prima di iniziare l’università. “Mi piace scrivere…” le ho risposto un po’ titubante. In quel periodo credevo di voler diventare giornalista. Sbagliando. Durante il mio percorso infatti, ho scoperto tanti modi di scrivere per quanti sono gli obiettivi da raggiungere. Tanti quante sono le professioni legate al mondo della scrittura: il Copywriter, il blogger, il Content Editor o Content Writer, ad esempio. Ho capito con il tempo di non voler fare giornalismo, ed ho scoperto tante altre professioni, che forse sembrano essere in linea con quelle che sono le mie soft skills. La mia esperienza mi ha dimostrato che scegliere quale professione sia quella giusta è un percorso di crescita complesso e non affatto scontato. Per questo è sempre utile avere davanti una lista di professioni compatibili con la propria personalità e tenerla sempre presente. Essere determinati a trovare il lavoro che fa per te, significa anche non aver paura dei fallimenti, di sbagliare a volte strada, e saper tornare indietro per ricominciare.

5# Chiedi ad un esperto: il Career Coaching, per orientarti nella scelta di una professione

Hai seguito tutti i punti di questa piccola lista, ma le perplessità sono ancora molte? Si sa, scegliere non è mai stato facile! L’ultimo consiglio è proprio quello di superare questo ostacolo, chiedendo consigli ad un professionista del settore: il Career Coach.

Questa figura infatti, ha proprio il compito di orientarti nel mondo del lavoro. Grazie alla sua professionalità e la sua preparazione, il career coach può aiutarti a scovare i tuoi punti di forza e le tue aree di miglioramento.

Per questo motivo AcademyQue ha scelto di dare la possibilità ai suoi allievi di usufruire del servizio di Career Coaching, una vera e propria guida capace di orientarti alla professione dei tuoi sogni!

Cosa stai aspettando? Inizia subito a compiere i primi passi verso il tuo futuro professionale!

Scopri i nostri percorsi di Master e visita il nostro sito.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai