6 passi per diminuire il CPC su Facebook

Dalla targetizzazione all'uso di forti Call to Action: ecco 6 modi semplici per diminuire il Costo per Click delle tue inserzioni e ottenere maggiori risultati
Lettura in: 4 minuti

Tra gli strumenti più utilizzati nel mondo del Digital Advertising, oggi troviamo senza dubbio Facebook Ads, un potente strumento a pagamento che ci permette di promuovere il nostro prodotto o servizio e raggiungere un più amplio numero di utenti.

Le funzionalità di questo potente mezzo pubblicitario sono moltissime ed è sempre più amato tra i professionisti della pubblicità online e del digital marketing.

Facebook ADS permette infatti di scegliere come target le persone in base a interessi, dati demografici e persino traguardi, ad esempio se qualcuno ha appena compiuto gli anni, si è sposato o ha avuto un figlio.

Tuttavia, se non si è attenti, è facile spendere il budget molto rapidamente e senza ottenere grandi risultati. Come fare allora?

Una delle tante metriche che può tenere sotto controllo le tue campagne pubblicitarie (portafoglio compreso) è sicuramente il costo per clic (CPC).

Ecco perché in questo articolo vedremo insieme alcune strategie che ti permetteranno di migliorare il rendimento delle tue campagne, e allo stesso tempo risparmiare soldi e tempo.
Tutto pronto? Iniziamo!

ecco 6 passi per diminuire il CPC su Facebook Ads
Come diminuire il CPC su Facebook Ads

CPC: Di cosa si tratta?

CPC è l’acronimo di Cost per Click, e come dice il nome stesso, è semplicemente il prezzo che spendi ogni volta che un utente clicca sul tuo annuncio.

Oltre al contenuto della campagna stessa, ci sono diversi componenti che possono influenzare il tuo CPC su Facebook. Gli indicatori da tendere sotto controllo sono:

  • Qualità e pertinenza dell’annuncio: ovvero, come reagiscono le persone alla tua inserzione.
  • Targeting: a chi stai mostrando i tuoi annunci.
  • Posizionamento: dove vengono visualizzati su Facebook (feed, barra laterale, dispositivi mobili e così via)
  • Ottimizzazione: se hai impostato l’ottimizzazione della campagna per clic, impressioni o copertura unica giornaliera
  • Obiettivo: Facebook ADS ti permette di impostare un obiettivo specifico della tua campagna e questo può incidere sul costo
  • I tuoi Competitors: Facebook Ads è una vera e propria asta, molte aziende vorranno raggiungere la tua stessa nicchia e allo stesso tempo ottenere il solito spazio pubblicitario
  • Periodo: A ridosso delle festività, per esempio, sono periodi di punta in cui tutti vogliono ottenere maggiore risalto.

Inoltre, scegliere il giusto budget per la propria campagna è un passo fondamentale. Infatti, Facebook ADS ti permette di decidere se impostare:

  • Budget giornaliero: Spendere quindi una cifra scelta giornalmente. Alcuni giorni, quando Facebook trova situazioni con alto potenziale, potrebbe spendere fino ad un 25% in più del vostro budget giornaliero (e spenderne meno nei giorni con meno situazioni favorevoli).
  • Budget totale: Facebook dividerà il budget totale per la campagna sui giorni prestabiliti della sua durata. In questo modo potrà calcolare la cifra media spesa giornalmente

6 Modi per ridurre il tuo CPC

Come avevo anticipato all’inizio di questo articolo però, ci sono alcuni semplici passi da introdurre nella tua strategia di advertising per contenere il Costo Per Click. Se vuoi iniziare subito a ottimizzare il costo delle tue compagne ti invito a seguire la lettura. Ecco sei consigli davvero utili:

1. Ottimizza il targeting degli annunci

Per ottimizzare il CPC della tua campagna, dovrai creare una strategia altamente mirata. Piuttosto che consentire a Facebook di selezionare il tuo pubblico, scegli tu stesso gli interessi e le posizioni geografiche in modo da poter scegliere come target quelli che meglio si adattano alla tua azienda.

2. Segmenta il tuo pubblico

Segmentando il nostro pubblico di destinazione e creando annunci incentrati su questi segmenti più piccoli della nostra base di pubblico, possiamo allocare fondi di budget per indirizzare gli annunci di Facebook a gruppi specifici che sappiamo funzionare bene e soddisfare un pubblico ricettivo. Per cui mira a un target più specifico con annunci altamente pertinenti. Cerca di restringere il tuo pubblico di destinazione, così farai offerte solo su chi vuoi veramente raggiungere.

3. Personalizza i tuoi annunci

Crea annunci personalizzati per il tuo pubblico di nicchia per assicurarti di catturare la loro attenzione. Sottolinea sempre i vantaggi per gli utenti, ciò che l’utente può ottenere dovrebbe essere l’obiettivo principale dei tuoi annunci.

4. Occhio alla qualità delle immagini

Usa immagini di alta qualità con un forte focus visivo. Le immagini pertinenti che supportano il punto principale dei tuoi annunci tendono ad avere un rendimento migliore. Inoltre, molte volte è meglio scegliere immagini di persone rispetto a immagini di oggetti/disegni/grafica perché le persone possono relazionarsi maggiormente.

5. Includi una Call To Action forte e aumenta il tuo CTR

Vuoi invogliare il tuo pubblico ad agire e interagire con i tuoi annunci? Non è necessario essere troppo descrittivi con i tuoi annunci. Piuttosto spingi le persone a fare clic aggiungendo una CTA forte (Call-to-Action). In che modo? Racconta una storia, crea suspense, parla del problema che il tuo pubblico sta affrontando e che, facendo clic, potranno risolvere.
Dopodiché alza la percentuale del CTR (Clic throught rate), ovvero la percentuale del tuo pubblico che ha visto la tua inserzione e ha fatto click. In questo modo, il CPC si abbasserà notevolmente.

6. Retargeting

Per Retargeting si intende mostrare la tua inserzione a un pubblico che ha già interagito con il tuo brand in passato. Mostrare il tuo annuncio a un pubblico che già conosce i tuoi servizi o i tuoi prodotti ti aiuterà maggiormente a coinvolgerli.
Ecco perché è un’ottima tattica per spendere meno e ottenere di più.

Questo articolo è stato di tuo interesse?

Per scoprire tutti i segreti della pubblicità online il Master in Digital Marketing & Advertising è già in partenza. Gli ultimi posti sono ancora disponibili, ma affrettati! Manca poco allo scadere della nostra offerta.

Scarica la brochure e contatta un nostro tutor.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai

Richiedi la guida completa 2020/21

Guida di sopravvivenza ai Master

Tutto quello che devi sapere per fare la scelta giusta

SPECIALE: Confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento

Scarica la guida

AcademyQue è accreditata da Fondoprofessioni.

Gli Studi professionali/Aziende iscritti a Fondoprofessioni possono richiedere i voucher per la formazione del proprio personale.

I corsi che sono finanziabili con questo voucher, sono segnalati con l’icona    .

Entra subito in contatto con un Career Coach

AcademyQue

Richiedi la brochure