Perché Google ti invita a interrompere il percorso di Laurea?

Forse è giunto il momento di ripensare alla nozione di laurea e al modo in cui l’istruzione superiore può collaborare
Lettura in: 5 minuti

Google ha recentemente lanciato un piano per interrompere la laurea.

Il nuovo programma di certificazione di Google richiede solo sei mesi per essere completato e costerà solo una piccola parte della formazione universitaria.

Google ha recentemente fatto un annuncio che potrebbe cambiare il futuro del lavoro e dell’istruzione superiore nell’ambito dell’information technology: sta lanciando una selezione di corsi professionali che insegnano ai candidati come svolgere i lavori richiesti.

Questi corsi, che l’azienda chiama “Google Career Certificates“, insegnano le competenze fondamentali che possono aiutare le persone in cerca di lavoro a trovare immediatamente un impiego. Invece di impiegare anni per finire un diploma universitario tradizionale, questi corsi sono progettati per essere completati in circa sei mesi.

 “I diplomi universitari sono fuori dalla portata di molti e non dovrebbe essere necessaria una laurea per avere sicurezza economica”. Lo scrive Kent Walker, Senior Vice President of Global Affairs di Google. “Abbiamo bisogno di soluzioni di formazione professionale nuove e accessibili – da programmi professionali potenziati all’istruzione in linea – per aiutare tutti a riprendersi e ricostruirsi”.

“Nella nostra assunzione, ora tratteremo questi nuovi certificati di carriera come l’equivalente di una laurea quadriennale per ruoli correlati”.

Inoltre, Google ha affermato che finanzierà 100.000 borse di studio basate sui bisogni a sostegno dei nuovi programmi.

Di fatto, quella di Google è una mossa con un grande potenziale per cambiare il futuro dell’istruzione e del lavoro.

Se da un lato 3 o 5 anni per ottenere una laurea sono molti, 6 mesi sembrano davvero pochi. Tuttavia, è evidente che l’obiettivo dell’azienda è quello di fornire ai partecipanti dei loro corsi le competenze essenziali di cui hanno bisogno per trovare un lavoro.

Dopo il completamento di un programma, Google promette supporto anche nella ricerca di lavoro. L’azienda afferma che i partecipanti possono “scegliere di condividere le loro informazioni direttamente con i migliori datori di lavoro che hanno in corso selezioni per l’ambito lavorativo in cui i loro corsi sono utili.

Cosa c’è di nuovo?

Se non fosse stato annunciato da Google, in verità, non ci sarebbe nessuna reale novità. Questo è un settore in cui le università hanno fallito da molto tempo. Noi stessi in AcademyQue siamo impegnati non solo nell’agevolare le competenze necessarie ad entrare nel mondo del lavoro o nel riconvertire le proprie competenze. Sviluppiamo anche quelle digitali.

Come Google, riteniamo che occorrono delle abilità pronte per il lavoro per iniziare o far progredire la propria carriera focalizzandosi sui settori ad alta richiesta.

La vera distinzione nell’attuale scenario formativo-lavorativo è determinata dal un mix di metodo e strumenti che AcademyQue offre già da subito, come:

  • Un percorso verso il lavoro: chi ha completato uno dei nostri Master o Corsi può connettersi direttamente con un gruppo di datori di lavoro di alto livello
  • Preparazione al lavoro per ruoli richiesti e ben retribuiti: qualificarsi e sviluppare competenze per candidarsi a posizioni con stipendio medio annuo di oltre € 50.000
  • Ottieni un diploma ed un certificato che aiuti a distinguersi: comunicare e condividere il proprio percorso formativo attraverso il certificato di carriera di AcademyQue sul profilo LinkedIn e su curriculum stampati, CV e altri documenti per farsi notare dai datori di lavoro
  • Avere l’accesso alle risorse per la carriera: gli studenti hanno accesso alle risorse per facilitare la loro ricerca di lavoro e la preparazione al colloquio

I corsi di Google saranno disponibili da ottobre, soltanto per gli americani, ma l’autorevolezza di Google è tale che la notizia può scuotere il sistema di istruzione in tutto il mondo.

Le critiche sostengono che una società privata non può e non deve paragonarsi a un’istituzione universitaria. C’è chi invece lo vede come uno sprono per gli istituti tradizionali, per reinventarsi e avvicinarsi di più alle esigenze del mondo del lavoro.

Due settimane prima dell’annuncio di Google, Microsoft ha lanciato un’iniziativa globale per migliorare le competenze professionali di 25 milioni di persone. Le ambizioni target alla luce della pandemia sono sorprendentemente simili a Google nel sostenere “programmi di recupero veramente inclusivi per fornire un accesso più facile alle competenze digitali per le persone più colpite dalla perdita di posti di lavoro, comprese quelle con redditi inferiori, le donne e le minoranze sottorappresentate”.

Conclusioni

Per essere franchi, i diplomi universitari valgono solo quanto il peso applicato dai manager e dai responsabili delle risorse umane aziendali e Google ha appena segnalato che un loro certificato è alla pari di un diploma universitario.

L’istruzione superiore ha dovuto affrontare una sfida nell’adattare il proprio curriculum con velocità e agilità per soddisfare le esigenze di studenti e datori di lavoro, e sta perdendo questa sfida.

Secondo i calcoli di Microsoft, la disoccupazione globale nel 2020 potrebbe raggiungere un quarto di miliardo di persone a causa dell’automazione e delle interruzioni legate alla pandemia. Tuttavia, stimano ulteriormente 149 milioni di nuovi posti di lavoro legati alla tecnologia entro i prossimi cinque anni, nello sviluppo di software, analisi dei dati, sicurezza informatica e protezione della privacy.

Le stesse metriche di crescita delle aziende italiane sembrano essere la prova che i datori di lavoro non possono più aspettare anni per avere talenti e competenze.

Uno dei problemi con il curriculum istituzionale tradizionale è che quando si raggiunge la laurea, il mercato potrebbe essere già cambiato. Un ritmo lento per sviluppare un programma di studi potrebbe non preparare adeguatamente gli studenti alle esigenze dei datori di lavoro.

Gli studenti devono ancora trascorrere quattro anni in classe (fisicamente o virtualmente) solo per scoprire che la tecnologia e il mercato sono cambiati una volta conseguita la laurea?

La sfida è che “gli accademici sono notoriamente lenti a cambiare”.

Nel settore tecnologico, ci sono diversi esempi di alto profilo di leader che si sono ritirati e hanno comunque ottenuto un notevole successo: Steve Jobs, Bill Gates, Michael Dell e Mark Zuckerberg. Oltre alla tecnologia, ci sono Oprah, il CEO di Whole Foods John Mackey, Ralph Lauren e Wolfgang Puck. Puck lasciò la scuola all’età di quattordici anni per diventare apprendista di cucina in un hotel.

Sebbene questi siano esempi estremi di leader di straordinario successo in tutti i settori, la mancanza di un diploma universitario potrebbe non essere più l’ostacolo a posizioni qualificate con opportunità economiche interessanti.

Poiché tutti gli altri settori stanno subendo la rivoluzione e la reinvenzione del digitale, dalla vendita al dettaglio alla sanità, è tempo che gli studenti stessi affrontino l’imperativo di trasformare digitalmente e prepararsi al futuro mercato del lavoro.

A volte è il momento di prendersi una pausa professionale, altre volte è il momento di ripensare alla nozione di laurea e al modo in cui l’istruzione può collaborare con le associazioni del settore e i giganti della tecnologia per rivoluzionare digitalmente fornendo al contempo un accesso ampliato alle comunità, garantendo allo stesso tempo la propria sopravvivenza.

Visita il nostro sito e i percorsi di formazione in Academyque e leggi la guida sul tipo di master da scegliere per diventare competitivo nel mercato del lavoro.

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai

Richiedi la guida completa 2020/21

Guida di sopravvivenza ai Master

Tutto quello che devi sapere per fare la scelta giusta

SPECIALE: Confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento

AcademyQue è accreditata da Fondoprofessioni.

Gli Studi professionali/Aziende iscritti a Fondoprofessioni possono richiedere i voucher per la formazione del proprio personale.

I corsi che sono finanziabili con questo voucher, sono segnalati con l’icona    .

Entra subito in contatto con un Career Coach