3 Strumenti strategici per misurare il Traffico organico

Per aumentare il traffico organico serve strategia, ma soprattutto degli strumenti ad hoc che ti consentiranno di superare questa sfida. Ecco i migliori
Lettura in: 3 minuti

Per ogni strategia di marketing non conta tanto essere “creativi”, quanto piuttosto  servirti dei dati nel modo corretto per poterla implementare.

Questa regola vale anche se parliamo di SEO, acronimo di Search Engine Optimization. Questo termine (che a volte sembra più una parolaccia) indica tutte le tecniche di ottimizzazione del sito per renderlo più fruibile ai motori di ricerca.

In questo articolo quindi, parliamo di Traffico Organico e gli strumenti che utilizzerai per farlo decollare insieme al tuo Business.

Ecco 3 Strumenti strategici per misurare il Traffico organico del tuo Sito
3 Strumenti per misurare il Traffico organico del tuo Sito

L’importanza delle parole

Car* lettore o lettrice, immagino che ti sarai chiest* almeno una volta in che modo il traffico organico del proprio sito web possa essere implementato per ottenere maggiori risultati.

Ebbene possiamo dire che la sfida di ogni azienda è portare le persone a leggere i propri contenuti e non quelli dei competitor, e non è certo semplice senza le competenze necessarie.

Le parole infatti sono importanti, come in ogni relazione che si rispetti, anche quando si tratta di vendita o di marketing. Questo “peso” nel web marketing viene tradotto nell’importanza della SEO, e più in particolare, nell’utilizzo delle Keywords giuste.

Per aumentare il traffico organico del tuo sito web, dovrai infatti tener conto delle regole della Search Engine Optimization, senza però dimenticare l’importanza dei reali interessi e bisogni dei tuoi lettori.

Scrivere in ottica SEO, significa capire l’intento di ricerca del tuo utente ideale e saper trovare e utilizzare in modo ottimale le migliori parole chiave. Ma questo non deve e non può essere tradotto in scarsa qualità del contenuto.

Per aiutarti in questo, esistono tanti strumenti indispensabili che permettono di misurare e analizzare il traffico organico. Ti elenco i miei preferiti (di cui anche tu non potrai più fare a meno). Iniziamo!

1. Google Analytics

Inizia con una panoramica di tutto il traffico che è arrivato al tuo sito in un determinato periodo  di tempo, includendo traffico SEO, traffico Pay Per Click, traffico diretto e così via.

Con Google Analytics ti sarà possibile ricavare il numero totali di visitatori che sono arrivati sul sito. Ma non è finita qui. Grazie a questo strumento infatti, è possibile suddividere il suddetto traffico in sorgenti, in modo da poter individuare esattamente da quali canali arrivano gli utenti.

2. SEMrush

Questo strumento, al pari del primo indicato, ti permette di fare un’attentissima analisi del tuo traffico. SEMrush nasce in primis come strumento per la SEM, ma negli anni continua a crescere fornendo alle aziende strumentazioni che possono fare una notevole differenza.
A questo proposito non posso far a meno che citare il tool di analisi di traffico organico presente nella Dashboard relativa alla SEO. Grazie a questo strumento, è possibile monitorare costantemente i movimenti degli utenti e fare un’analisi concreta della tua strategia.

3. Google Search Console

Un altro tool ottimo per controllare quanti utenti viaggiano all’interno del tuo sito è sicuramente Google Search Console. Questo strumento ha la capacità di ottenere preziose informazioni sul tuo account e vedere quale parte del tuo sito web ha bisogno di più lavoro. Ad esempio: c’è un numero crescente di errori di scansione che devono essere corretti? Devi dare più attenzione a una parola chiave specifica?

Ecco che Google Search Console viene in tuo soccorso e ti aiuta a implementare il tuo traffico organico in un batter d’occhio.

Come implementare il tuo traffico organico

Come abbiamo detto tante volte, il lettore online è spesso frettoloso e distratto. Ottenere un buon posizionamento all’interno della SERP non basterà quindi a far di te un ottimo web writer. Dovrai impegnarti a costruire uno scheletro semplice ed efficace per intrattenere il tuo utente il più possibile e utilizzare un linguaggio chiaro e fruibile.

Per cui, ecco alcune azioni che ti aiuteranno a implementare il traffico organico:

– Costruisci una o più buyer persona per capire a chi ti stai rivolgendo
– Prediligi le long-tail keywords, molto più specifiche per il tuo prodotto o servizio
– Posta regolarmente sul tuo blog
– Aiutati con i Social Media a diffondere i tuoi contenuti
– Fai link-building con altri blog esterni al tuo
E infine,
– Utilizzare gli strumenti elencati con maggiore consapevolezza.

Hai ritenuto questo articolo interessante?

Per saperne di più su traffico organico e a pagamento e migliorare le performance del tuo sito web, AcademyQue ha a disposizione il miglior Master in Digital Marketing & Advertising 100% online con formazione blended. I posti sono limitati, scarica la brochure e contatta un nostro Tutor

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai