L’Obiettivo Professionale: tips da tenere in considerazione

L'obiettivo professionale stabilisce la strada per il tuo futuro professionale e personale. Sapere dove andare e avere le idee chiare, ti aiuterà a scegliere quali passi fare per raggiungere il tuo obiettivo finale.
Lettura in: 3 minuti

Ogni individuo, a prescindere dal momento storico in cui appartiene, ha un proprio obiettivo professionale da raggiungere. Che tu sia in ingresso nel mondo del lavoro o nel bel mezzo della tua carriera professionale e del raggiungimento del ruolo desiderato, hai già in mente (in maniera del tutto chiara o meno) dove vuoi arrivare.

D’altro canto, una delle prime domande a cui rispondiamo sin da bambini è “che lavoro vuoi fare da grande?”.

Spesso questo obiettivo rappresenta l’elemento chiave della soddisfazione personale, in quanto non solo spinge la persona verso un maggiore impegno (qualora l’obiettivo sia raggiungibile), ma anche e soprattutto verso un aumento di motivazione.

Gli obiettivi di carriera sono affermazioni ben definite che spiegano il tipo di professione che intendi perseguire nel corso della tua carriera. È importante che tu definisca chiaramente i tuoi obiettivi professionali e non per aiutarti a elaborare un piano d’azione efficace.

Certo è che non è semplice creare il proprio obiettivo professionale in maniera funzionale e raggiungibile, spesso molti fattori esterni influiscono sulla definizione del proprio percorso. La prima cosa da tenere a mente nell’identificazione del proprio obiettivo è la distinzione fondamentale tra:

 

  • Sogno: qualcosa di irrealizzabile, (ad esempio: “Entro dicembre 2020 voglio andare su Marte!”);

 

  • Intenzione/Desiderio: qualcosa di realizzabile, in un tempo indefinito (ad esempio: “Mi piacerebbe andare in Nepal, prima o poi!”);

 

  • Obiettivo: qualcosa di realizzabile, con specifiche caratteristiche riguardanti tempo e risorse necessarie, in altre parole l’obiettivo deve essere Mi.Co. dove:

Co. sta per Concreto: qualcosa di realizzabile nel contesto di riferimento

Mi. sta per Misurabile: In termini di Qualità (livello di raggiungimento) e Tempo.

Co. sta per Compatibile: con le risorse a disposizioni: Risorse Economiche, Umane e Strumentali

Un esempio di Obiettivo Co.Mi.Co. è: “Entro dicembre 2021 parteciperò e completerò la Maratona.”

 

Questo obiettivo risulta essere Concreto in quanto partecipare e completare la maratona risulta essere realizzabile nel contesto in cui mi trovo; Misurabile, in termini di qualità o Livello di Raggiungimento: 42 km (lunghezza della maratona) e in termini di Tempo: entro dicembre 2021; ed infine Compatibile: per quanto riguarda le Risorse Economiche: possiedo il denaro necessario ad acquistare tutto ciò di cui ho bisogno (attrezzatura, biglietto di partecipazione, eventuali integratori, personal trainer…); le Risorse Strumentali: possiedo gli strumenti necessari al raggiungimento dell’obiettivo (attrezzatura tecnica…) e le Risorse Umane: sono consapevole delle persone che intervengono nel raggiungimento dell’obiettivo (me stesso, personale trainer, coach, amici…).

Inoltre, devi tenere in considerazione che un obiettivo è sempre composto da sotto-obiettivi a breve termine e a lungo termine. In altre parole, devi tenere a mente tutto ciò che riguarda la pianificazione.

Sicuramente il miglior modo per pianificare un obiettivo di questo tipo sta nel suddividerlo, anche graficamente, in sotto-obiettivi propedeutici, con scadenze temporali ben definite. Sembra assurdo dover scrivere i propri obiettivi e sotto obiettivi nero su bianco; in realtà molte ricerche hanno dimostrato che coloro che scrivono i propri obiettivi hanno maggiori possibilità di raggiungerli rispetto a coloro che non li annotano.

Scrivere la pianificazione del tuo obiettivo ti permetterà di ricordare i passi da fare, le scadenze da rispettare e aumenterà il senso di responsabilità nei confronti del raggiungimento dello stesso.

 

Sicuramente la strada che andrai a percorrere non sarà lineare come ti immagini, molti saranno gli imprevisti e molti i cambiamenti durante il percorso, non si tratta quindi di un percorso lineare, ma di una traiettoria in cui si prosegue per steps.

 

Ora che hai suddiviso i tuoi obiettivi in ​​compiti e obiettivi più piccoli e raggiungibili, è il momento di agire. Fai un elenco dei tuoi punti di forza a disposizione: persone che conosci, strumenti online, programmi a cui hai accesso al lavoro, master, career coach – che possono aiutarti a portare a termine ciascuno di questi passaggi.

 

Ad ogni piccolo compito e sotto-obiettivo raggiunto inizierai a sentire il fuoco che si accende e alimenta e la motivazione che aumenta e vedrai che sarà sempre più semplice, la consapevolezza di sé e la volontà di raggiungere uno specifico obiettivo sono gli unici due fattori necessari.

 

“Nella stessa misura in cui avanziamo verso il nostro obiettivo, troveremo appagamento e felicità”.

(Mohandas Gandhi)

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai