HR Manager: Cosa Fa il Responsabile delle Risorse Umane e come diventarlo

Sogni di intraprendere una carriera nell'ambito delle Risorse Umane? Scopri come diventare HR Manager e cosa studiare per raggiungere i tuoi obiettivi
Lettura in: 4 minuti

Il mondo delle Risorse Umane ti appassiona e pensi che sia la strada giusta da percorrere?
Per fare carriera in questo ambito ci vuole passione e tanto olio di gomito, ma lo sappiamo, sono i percorsi più lunghi e tortuosi a darci le migliori soddisfazioni!

Se la motivazione è forte, e gli ostacoli non ti spaventano, ecco per te una guida su come diventare HR Manager e dare uno slancio alla tua carriera.

La figura dell’HR Manager

Cosa è che fa la differenza in un’azienda?

Le persone, le risorse, i talenti.

Questo lo sa bene chi lavora nelle Risorse Umane, che si occupa del benessere dei collaboratori ogni giorno e dedica il suo impegno nel costruire una solida cultura aziendale e un ambiente di lavoro più favorevole per tutti.

Il suo ruolo all’interno di un’organizzazione è cruciale, in quanto ogni sua decisione può davvero influenzare il modo in cui le persone lavorano e si comportano.

Per cui il lavoro dell’HR Manager prevede molte responsabilità e non è affatto facile gestire la mole di attività ad esso associate. D’altronde quando si parla di gestire le relazioni interpersonali in azienda è possibile dedurre fin da subito che non sarà “un gioco da ragazzi”.

Per riuscire in questa carriera c’è bisogno di impegno e voglia di formarsi, attraverso la conoscenza teorica unita a tanta, tantissima pratica. Di questo aspetto però ne parleremo in seguito e vediamo adesso le mansioni che un Responsabile delle Risorse Umane deve svolgere quotidianamente.

Le mansioni di un HR manager in azienda

Che cosa fa un HR Manager?
Come abbiamo detto fin da subito il suo mestiere prevede una ricca mole di attività e mansioni da svolgere, ma la maggior parte degli esperti concordano in 5 compiti ben precisi, e sono:

1. La selezione del personale: appoggiato dal team dei selezionatori, l’HR Manager deve occuparsi in primis della selezione del personale in azienda. Esso è coinvolto nell’intero processo di Recruiting che va dalla pubblicazione della job description al processo di onboarding in azienda, incluso lo sviluppo di un piano di assunzione e delle politiche di incoraggiamento al multiculturalismo

2. Sviluppare le politiche sul posto di lavoro: L’HR Manager si occupa di gestire questo aspetto per garantire equità e continuità all’interno dell’organizzazione

3. Compensation & Benefits: il responsabile delle risorse umane rientra nelle attività che prevedono la definizione delle politiche retributive aziendali

4. Talent Retention: è importante mantenere alta la motivazione dei talenti a rimanere nell’organizzazione per ridurre il turnover e i costi che questo può comportare. Chi è responsabile delle Risorse deve individuare e risolvere le controversie legate al lavoro e deve garantire un ambiente lavorativo piacevole

5. Formazione dei dipendenti: una volta selezionato le risorse giuste, è importante offrire loro un aggiornamento costante delle proprie competenze per migliorarsi e soprattutto garantire un percorso di crescita professionale e personale all’interno dell’organizzazione

Le competenze di un Responsabile Risorse Umane

La chiave di successo per ricoprire questo ruolo è sicuramente quella di sviluppare con il tempo determinate competenze. Tra queste ne ho individuate alcune davvero essenziali, e sono:

– ottime doti relazionali
– buone doti comunicative
problem solving
– capacità organizzative
– gestione dello stress
– capacità di ascolto
– forte empatia
– predisposizione a lavorare in team
– predisposizione al cambiamento e alla flessibilità

Percorsi di formazione per lavorare nelle Risorse Umane

Per chi sceglie di lavorare nelle Risorse Umane e sogni di diventare un HR Manager di successo non esiste un percorso univoco. Ad oggi infatti, l’università italiana non prevede un corso di laurea specifico per questo settore e spesso, chi vuole intraprendere la carriera proviene dagli ambiti più disparati. C’è chi viene da un percorso giuristico, chi ha una laurea in materie sociologiche oppure economiche.

Questo non fa alcuna differenza, ma piuttosto è importante intraprendere un corso professionalizzante o un Master in Risorse Umane che possa combinare l’aspetto teorico con un approccio più pratico, volto a far toccare con mano le mansioni di questo lavoro e acquisire quindi esperienza nel campo.

Una metodologia basata sul Learning by doing, infatti, aiuta soprattutto i ragazzi che non hanno mai avuto la possibilità di lavorare nel settore e che quindi necessitano di sviluppare vere e proprie competenze tecniche del mestiere.

Possibilità di carriera: come iniziare?

Il settore delle Risorse Umane è in forte crescita nel mercato del lavoro, e proprio per questo motivo investire la propria formazione per fare carriera nell’ambito si rivelerà una scelta vincente. Chi è motivato a seguire questa strada, dopo aver svolto un percorso di formazione mirato, può iniziare la carriera svolgendo mansioni più mirate e specifiche, oppure ricoprendo un ruolo Junior

Ad esempio, in molti iniziano la propria carriera come assistente HR, oppure addetto alla gestione e selezione del personale, e via dicendo.

Ciò che è importante è continuare a formarsi e aggiornarsi per fare tanta pratica e avere la possibilità di salire di livello.

Dopo un po’ di esperienza, si può ambire a posizioni sempre più di rilievo, come la gestione di un intero team di lavoro fino a diventare HR Manager di un’azienda.

Chi sceglie questa professione, inoltre, ha la possibilità di lavorare come freelance, aprire quindi una Partita IVA e scegliere di intraprendere consulenze specializzate nei settori di propria competenza.

Quanto guadagna un HR Manager?

Per le figure Entry level di questo settore, come per esempio i Junior HR Manager, possiamo osservare retribuzioni più basse, ma chi ricopre questa professione come figura senior, possiamo vedere come in media il salario annuale di circa 110.000 € lordi all’anno, superiore quindi alla retribuzione media annuale.

Il miglior Master in Risorse Umane

Il Master in Management delle Risorse Umane è volto a sviluppare fin da subito le competenze nell’ambito e mettere in pratica le conoscenze acquisite durante il percorso di formazione tramite esercitazioni, workshop e analisi di casi studio aziendali reali.
Sei pronto/a a vivere questa esperienza formativa?

Visita il nostro sito e richiedi una consulenza gratuita e senza impegno

Condividi questo articolo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email

Scarica la tua Guida ai Master.

Scegliere di frequentare un Master è una decisione importante.
Ma come si fa a fare la scelta giusta?

Questa guida ti aiuterà nella scelta di un programma di Master.

Ti darà le risposte e le soluzioni a molte domande, anche quelle a cui non hai ancora pensato.

Nella guida è presente un confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento.

aggiornamento 2020 / 2021

Con questa guida saprai

Richiedi la guida completa 2020/21

Guida di sopravvivenza ai Master

Tutto quello che devi sapere per fare la scelta giusta

SPECIALE: Confronto tra i migliori Master esistenti in questo momento

Scarica la guida

AcademyQue è accreditata da Fondoprofessioni.

Gli Studi professionali/Aziende iscritti a Fondoprofessioni possono richiedere i voucher per la formazione del proprio personale.

I corsi che sono finanziabili con questo voucher, sono segnalati con l’icona    .

Entra subito in contatto con un Career Coach

AcademyQue

Richiedi la brochure